Area Scientifica - Giù le Mani dai Bambini

Ringraziamenti

Questa sezione è stata implementata anche grazie al contributo di:

 

 

Alcuni abstract di questa sezione sono stati tradotti da volontari: si ringrazia Angelo Nestore, Rosa Palavera, Giulia Faccioli, Maria Luisa Sponga, Luigia Sciascia, Luisa Molino, Monica Giuglard, Ilaria Pagliotta , Agnese Duranti, Cecilia Metta, Maurizio Prisco, Giuseppina Buscaino, Rosanna Fiorillo, Paola Tiberii e Ilario Mercurio per il preziosissimo aiuto!

In questa importante sezione del sito pubblichiamo una serie di articoli di taglio scientifico, nonchè le schede riassuntive (abstract) di una serie di ricerche scientifiche ed universitarie, accuratamente selezionate dal prof. Claudio Ajmone, collaboratore scientifico della ns. Campagna, o segnalate alla nostra redazione da nostri collaboratori, medici, pediatri, docenti universitari e volontari ospedalieri. Le ricerche scientifiche pubblicate – divise per macro-argomenti – evidenziano i rischi derivanti dall’abuso nell’assunzione di psicofarmaci da parte di bambini ed adolescenti. Al fine di garantire spazio e pari dignità a tutte le posizioni – anche quelle eticamente più distanti dalla nostra campagna – abbiamo avviato anche la pubblicazione di alcune ricerche condotte da psichiatri favorevoli alla somministrazione di psicofarmaci ai minori. Potete aiutarci a far crescere ancora questa sezione del sito, inviandoci per e-mail l’abstract tradotto di una ricerca, oppure indicandoci i riferimenti esatti della fonte. Se rilevante e congruente, il materiale verrà pubblicato segnalando il Vostro nominativo.

Questa sezione è ricca anche di altri contenuti:

– puoi consultare il Consensus Internazionale – completo dell’elenco degli attuali sottoscrittori – che Giù le Mani dai Bambini® ha lanciato contro gli abusi nella somministrazione di psicofarmaci ai minori, che fa il punto della situazione sulle origini della sindrome ADHD e sulle discussioni ancora in corso nell’ambito della comunità scientifica, la quale in buona parte disconosce l’origine biologica di questa malattia, rimandando più che altro a disagi di carattere comportamentale od a patologie pediatriche trascurate. Questo è il documento di consenso di maggior successo mai promosso in Italia su questi temi: se ne condividi i contenuti, e sei uno specialista od un accademico, manda una e-mail di sottoscrizione alla casella consensusadhd@giulemanidaibambini.org

-nell’area Documenti, puoi informarti circa le strategie di iper-medicalizzazione dell’infanzia attualmente in corso: puoi leggere i dettagli del contestato Progetto Prisma, finanziato con fondi pubblici ma realizzato in gran parte da strutture di ricerca private, nel corso del quale è stato avviato lo screening di una parte della popolazione studentesca, al fine di individuare – tramite la compilazione di questionari – la percentuale di bimbi italiani sofferenti di presunte malattie mentali, che secondo i risultati si attesterebbe intorno al dieci per cento della popolazione infantile; puoi documentarti sulle gravi carenze dei moduli per il consenso informato, redatti dal nostro Ministero per la Salute, che le famiglie dovrebbero leggere prima di autorizzare la prescrizione di psicofarmaci ai loro figli; poi informarti circa i Centri regionali per la diagnosi e cura dell’ADHD, in corso d’istituzione sul territorio, e che hanno già sollevato numerose polemiche…

– ed infine, la nostra “Carta bimbo iperattivo“: pratici consigli, scritti dal punto di vista di un bambino supposto “ADHD”, per comportarsi correttamente con lui e aiutarlo a superare le sue difficoltà.

Vi invitiamo anche a prendere in esame le clausole di copyright complete che regolano la riproduzione dei brani contenuti in questa sezione (a cura del prof. Claudio Ajmone, membro del Comitato Scientifico)

Attenzione!

La linea editoriale del nostro Comitato permette la pubblicazione su questo portale di articoli, abstract, ricerche, documenti, etc. in linea con gli assunti e le tesi scientifiche espresse dal nostro Consensus.
Ogni documento che la redazione decida a proprio insindacabile giudizio di pubblicare – qualora non rispondente ai suddetti requisiti – riporterà in calce l’avviso che esso non ottempera alle linee guida di questa campagna di farmacovigilanza, e quindi non riflette la posizione della Campagna stessa. In tal caso, ogni membro del nostro comitato scientifico permanente manterrà la possibilità di far pubblicare in calce pareri contrari, ed della pubblicazione di ogni contro-deduzione od osservazione verrà data notizia ai lettori. Ogni documento, abstract, ricerca, etc pubblicata dovrà essere completa di bibliografia scientifica: in caso di indisponibilità in tal senso da parte del proponente la pubblicazione, la circostanza verrà segnata a beneficio dei lettori in calce all’articolo.