False Adhd - Giù le Mani dai Bambini

Un’accurata diagnosi differenziale permette di scoprire la vera causa ed è un banco di prova per la nosografia ADHD/DDAI

“…Ho individuato fino ad ora nella letteratura scientifica 339 tra patologie e condizioni che mimano l’ADHD, e non è un listato definitivo, benché già sia significativo. Volendo concedere il beneficio del dubbio sull’esistenza dell’ADHD, possiamo affermare che questa diagnosi è potenzialmente errata se prima non si verifica se si tratti di una patologia differente che la “mima”, ovvero che presenta gli stessi sintomi raggiungendo il criterio diagnostico per l’ADHD. Se curo un’allergia che genera iperattività (che ne è il sintomo) come se fosse un’iperattività psichiatrica, non risolvo il problema del bambino e lo espongo a gravi pericoli per gli effetti collaterali dello psicofarmaco. Un’accurata diagnosi differenziale permette di scoprire la vera causa. Forse per questo i protocolli dell’ISS e dell’AIFA (l’Agenzia Italiana del Farmaco, ndr) sull’ADHD sono così lacunosi riguardo la diagnosi differenziale. Una diagnosi differenziale carente genera un doppio danno, il primo è che non si individua la vera causa, e così facendo si priva la persona di un suo diritto alla diagnosi e cura. Il secondo è che si prescrivono potenti e pericolosi psicofarmaci utili solo – per citare la nota psichiatra Prof. Emilia Costa – come “camicia di forza chimica”, il che nel contempo è anche un abuso nella prescrizione di farmaci. Questo succede in tutto il mondo, Italia inclusa, le diagnosi differenziali sono ovunque ampiamente carenti. Il loro elevato numero, e il fatto che questi sintomi compaiono nelle più disparate malattie e condizioni ci dice chiaramente che sono sintomi che compaiono ogni volta che c’è una seria sofferenza fisica e psichica o condizioni sfavorevoli gravi. Di per se, non caratterizzano alcuna malattia: il deficit di attenzione ad esempio è la prima reazione generica e basilare del nostro organismo ad un disagio. Ci sono molte ricerche sui disordini del sonno correlate anche all’inquinamento elettromagnetico, sulle problematiche alimentari, famigliari, tic e compulsioni, disabilità di apprendimento, disordini pervasivi dello sviluppo, inerenti la gravidanza, oppure genetici. Insomma, raggruppare tutte queste ipotesi sotto l’ombrello di un’unica nuova malattia è scientificamente ridicolo…” (brano tratto da un’intervista a Claudio Ajmone, psicoterapeuta ed esperto di ADHD). Qui di seguito, una lista di alcune “false ADHD” individuate dalla letteratura scientifica internazionale, mentre Qui puoi trovare gli Abstract delle ricerche scientifiche alla base della lista di patologie.

A – Problematiche Psicologiche

  1. Abusi Sessuali 
  2. Maltrattamenti fisici
  3. Ambidestrismo
  4. Ansia da separazione
  5. Ansia generalizzata
  6. Bambini prodigio
  7. Bambini viziati 
  8. Bambini indisciplinati
  9. Bambini adottati
  10. Bulimia
  11. Depressione
  12. Disordine da stress post traumatico
  13. Disturbo nella comprensione del linguaggio 
  14. Disturbo Oppositivo-provocatorio
  15. Disturbi dell’Adattamento con sintomi di Disturbo della condotta
  16. Disturbo della Condotta
  17. Disturbi dell’Umore
  18. Disturbo ossessivo compulsivo 
  19. Motivazione – mancanza di

Disturbi specifici dell’apprendimento

  1. Disturbo del Calcolo
  2. Disturbo della Coordinazione Motoria (DSM-IV), Disturbo evolutivo specifico della funzione motoria (ICD- 10)
  3. Dislessia (Disturbo della Lettura)
  4. Disgrafia (Disturbi Specifici della scrittura o dell’espressione scritta)
  5. Funzioni esecutive – misure cognitive 
  6. Memoria di lavoro – deficit

Disturbo pervasivo dello sviluppo

  1. Autismo infantile
  2. Sindrome di Rett
  3. Disturbo disintegrativo dell’infanzia
  4. Sindrome di Asperger
  5. Disturbi generalizzati dello sviluppo non altrimenti specificati (comprendenti l‘autismo atipico dell’ICD-1O)
  6. Sindrome iperattiva associata a ritardo mentale e movimenti stereotipati (ICD-10). 
    ———————
  7. Enuresi
  8. Encopresi
  9. Fobia sociale
  10. Gioco d’azzardo

Problemi situazionali-ambientali-familari-scolastici-qualità della vita

  1. Conflitti famigliari
  2. Carenza di cure
  3. Disordine bipolare nei genitori
  4. Stress materno durante la gravidanza

Psicosi

  1. Dissociativi 
  2. Disturbo bipolare 
  3. Disturbi di personalità 
  4. Mania 
  5. Schizofrenia

—————-

  1. Ritardo mentale ambientale
  2. Sindrome di Gilles de la Tourette
  3. Tics

B – Patologie Mediche

  1. Accesso subclinico post traumatico
  2. akatisia
  3. Allergie
  4. Anemia
  5. Anestesia – esposizione multipla e/o prolungata in neonata e bambini piccoli
  6. Ascessi del Lobo frontale
  7. Asma bronchiale
  8. Caudato (anomalie funzionali)
  9. Cardiache (malattie e disfunzioni)
  10. Celiachia
  11. Cisti cerebrali
  12. Corea
  13. Corpo calloso – macro e micro anomalie strutturali specie nell’istmo
  14. Creatina e fosfcreatina ( Cr + PCr, basso livello nel lobo prefrontale destro)
  15. Dermatiti
  16. Diabete precoce
  17. Emicrania
  18. Epilessia
  19. Ferite e danni alla testa
  20. Fibromialgia
  21. Ganglia basale – disregolazione nei circuiti

Genetiche

  1. 5 HTT variante
  2. 10/3 DAT1 aplotipo (disattenzione spaziale)
  3. 16p13.11- eccessiva duplicazione cromosomica
  4. BAIAP2
  5. BDNF variazione rs6265
  6. C-1291G – polimorfismo (rs1800544) nella region promoter del gene (alpha)2A-adrenoceptor (ADRA2A)
  7. Corpo calloso (anormalità micro e macrostrutturali)
  8. Deficienza della CoA-transferasi dei 3-oxoacidi
  9. Dopamina beta idrossilase (riduzione)
  10. DRD4-7r allele (Ulteriore presenza)
  11. Disordine primario di vigilanza (sindrome di Weinberg)
  12. Distrofia miotonica congenita o giovanile
  13. Emofilia
  14. Fenilchetonuria
  15. Ipotalamo-pituitaria-surrenale asse (disfunzionale)
  16. Incrementata attività nucleotidase cellulare
  17. Lunghezza del cromosoma Y
  18. Malattia di Wilson
  19. MAO-A variante 
  20. MAO-B carenza piastrinica
  21. Mosaicismo trisomia 17
  22. NRXN1 delezione
  23. Padre over 45 al momento del concepimento
  24. PARKIN delezione
  25. Pars triangularis – riduzione ampiezza destra
  26. Processazione temporale delle informazioni carente
  27. Serotonina – recettore 1A receptor C-1019G polimorfismo del singolo nucleotide (HTR1A C-1019G SNP)
  28. SNP cromosoma 3p21 (polimorfismo a singolo nucleotide)
  29. SNP cromosoma 10q24 (polimorfismo a singolo nucleotide)
  30. SNP gene CACNA1C (calcium channel, voltage-dependent, L type, alpha 1C subunit)
  31. SNP gene CACNB2 (calcium channel, voltage-dependent, beta 2 subunit)
  32. Serotonina HRT1B gene 861G allele 
  33. Sindrome di Aarskog-Scott
  34. Sindrome di Angelman
  35. Sindrome cromosoma 8 ad anello
  36. Sindrome di Dubowitz
  37. Sindrome di Down
  38. Sindrome di Klinefelter
  39. Sindrome di Prader-Willi
  40. Sindrome di Rett
  41. Sindrome feocromocitoma-paraganglioma
  42. Sindrome Smith-Magenis
  43. Sindrome di Williams
  44. Sindrmome velo-cardio-facciale
  45. Sindrome X fragile (sindrome di Martin Bell)
  46. SNAP25 (anomalie nelle dinamiche del calcio)
  47. Talamo (anormalità morfologiche)
  48. TaqI – polimorfismo del gene ANKK1 (DRD2)
  49. Val158Met COMT polimorfismo 
  50. Ventro-Striatale riduzione

Infezioni

  1. Adenoidite
  2. Candida Albicans
  3. Encefalite virale
  4. Enterovirus 71 (EV71)
  5. Meningite
  6. Tonsillite
  7. Streptococco Beta-Emolitico (infezione da)

—————–

  1. Inalamento volontario o involontario di sostanze
  2. Integrazione sensoriale (disfunzione)
  3. Ipersensibilità elettrica
  4. Ipertensione primaria
  5. Ipertiroidismo
  6. Ipertrofia adenotonsillare e disordini respiratori ostruttivi del sonno
  7. Ipotiroidismo
  8. Ipoglicemia
  9. Ipossia (malattia cardiaca congenita, disordine del sonno, asma, deterioramento ventilatorio cronico, instabilità respiratoria)
  10. Ischemia-ipossia prenatale
  11. Lesioni del sistema colinergico corticale della porzione basale del cervello anteriore
  12. Linfociti – legame recettori colinergici muscanicici (l-MR) carente
  13. Lupus Eritematoso Sistemico
  14. Malattia di Legg-Calvé-Perthes
  15. Materia grigia -riduzione del volume
  16. Metabolici (disordini)
  17. Monoamino ossidasi delle piastrine – bassa attività
  18. Monossido di carbonio (avvelenamento da)
  19. Obesità
  20. Otite media
  21. Parassiti intestinali (infestazione)
  22. Parto (complicazioni da)
  23. Perinatali (fattori sfavorevoli)
  24. Porfiria
  25. Prenatali (scarsa salute e malnutrizione della madre, uso di droghe)
  26. Problemi spinali
  27. Putamen (alterazioni strutturali e funzionali del)
  28. Ritardo mentale biologico e genetico
  29. Rene (malattia renale cronica)
  30. Sindrome delle gambe irrequiete
  31. Sindrome da fatica cronica (CFS)
  32. Sindrome fatale alcolica 
  33. Sonno (disturbi del)
  34. Sistema di complemento (deficit nel sangue di proteine di difesa contro le infezioni virali e batteriche, es. proteina C4B)
  35. Substantia nigra – anormalità strutturale
  36. Tossine (esposizione alle)

Tumori

  1. Cerebrali incipienti
  2. Neoplasie del Lobo frontale
  3. Neuroepiteliale disembrioplastico
  4. Neurofibromatosi tipi 1 (malattia di Von Recklinghausen)
  5. Neurofibromatosi di tipo 2

————–

  1. Udito (disordine dei processi centrali auditivi)

Vascolari cerebrali
————–

  1. Vasculopatia lenticolostriata

Vista

  1. Acuità visiva lontano
  2. Acuità visiva vicini
  3. Convergenza
  4. Disfunzione accommodativa
  5. Inseguimento
  6. Integrazione visuomotoria
  7. Iperopia
  8. Stereopsi
  9. Visione del colore

———–

  1. Vivacità fisiologica

C – Sostanze psicotrope

  1. Acido d-lisergico (LSD)
  2. Alcool
  3. Caffeina
  4. Cocaina
  5. Colle e aerosol (inalazione)
  6. Eroina
  7. Fenilciclidina (PCP)
  8. Marijuana
  9. Nicotina

D- Alimentazione

  1. Allattamento al seno – carenza di

——————
Amminoacidi (carenza di)

  1. Fenilalanina
  2. Tirosina
  3. Triptofano
  4. Istidina 
  5. Isoleucina

———————

  1. Calcio (carenza di)
  2. Conservanti alimentari
  3. Coloranti sintetici alimentari
  4. Dieta errata
  5. Ferro (carenza di)
  6. Glicirrizina – liquirizia (alto livello di)
  7. Iodio (carenza di)
  8. Magnesio ionico (carenza di Mg(2+)
  9. Malnutrizione
  10. Manganese (alto livello di)
  11. Magnesio (carenza di)
  12. Omega 3 (carenza di)
  13. Rame (carenza di)
  14. Vitamine (eccesso di)
  15. Vitamina B (carenza di)
  16. Zinco (carenza di)

E – Situazioni Sfavorevoli

  1. Affaticamento 
  2. Chemioterapia per il cancro
  3. Dolore fisico
  4. Fame
  5. Movimento (mancanza di esercizio)
  6. Nuove tecnologie (uso intensivo e/o precoce del computer, videogiochi, TV)

MEDICINALI (principi attivi)

  1. Antiallergici da banco che contengono antistaminici o stimolanti
  2. Antibiotici: sovente causano stanchezza, un certo numero è stato associato con abnormalità mentali; es. cefalosporina
  3. Ossitocina sintetica
  4. Paracetamolo/acetaminofene/N-acetil-para-amminofenolo – usato durante la gravidanza
  5. Raffreddore: medicinali da banco che contengono antistaminici o stimolanti
  6. Sinusite: medicinali da banco che contengono antistaminici o stimolanti
  7. Sonniferi che compromettono la concentrazione e vigilanza

Antiasmatici

  1. Antistaminici
  2. Ephedrine
  3. Pseudoephedrine
  4. Teofillina

Antidepressivi

  1. Citalopram
  2. Escitalopram
  3. Fluoxetina
  4. Fluvoxamina
  5. Paroxetina
  6. Sertralina

Antiepilettici

  1. Carbamazepina
  2. Divalprex Sodio
  3. Fenitoina
  4. Gabapentin

Antipsicotici

  1. Aloperidolo
  2. Clorpromazina
  3. Flufenazina
  4. Olanzapina
  5. Proclorperazina
  6. Quetiapina
  7. Risperidone
  8. Tioridazina
  9. Tioxanteni

Barbiturici

  1. Amobarbital
  2. Butabarbital
  3. Fenobarbital
  4. Pentobarbital
  5. Secobarbital

Stimolanti del SNC, inclusi gli stessi farmaci usati per curare l’ADHD

  1. Desossiefedrina
  2. Destroamfetamine
  3. Metilfenidato
  4. Pemolina

Tranquillanti minori, sedativi, sonniferi 

  1. Alprazolam
  2. Clonazepam
  3. Clordiazepossido
  4. Diazepam
  5. Flurazepam
  6. Lorazepam
  7. Triazolam

Stabilizzanti dell’umore

  1. Litio carbonato
  2. Verapamil

Steroidi

  1. 4-chlorodehydromethyltestosterone
  2. Betametasone
  3. Boldenone Undecilenato
  4. Dexametasone 
  5. Fluossimesterone
  6. Mesterolone 
  7. Metandrostenolone/ metandienone
  8. Metenolone Enantato
  9. Mibolerone
  10. Nandrolone Decaonato
  11. Nandrolone Fenilpropionato
  12. Ossimetolone
  13. Ossandrolone
  14. Stanozololo
  15. Trenbolone
  16. Testosterone (variamente esterificato)
  17. Prednisone

Vaccini

  1. contenenti mercurio

F – Inquinamento Ambientale

  1. Alluminio (alti livelli)
  2. Annusamento volontario o involontario di sostanze quali colle o prodotti per la casa
  3. Arsenico
  4. Bisfenolo
  5. Cadmio
  6. DDT
  7. Fluoruro
  8. Ftalati 
  9. Idrocarburi policiclici aromatici
  10. Inquinamento atmosferico connesso al traffico (TRAP)

Insetticidi

  1. Acetamiprid (inalazione durante la gravidanza)
  2. imidacloprid (inalazione durante la gravidanza)

Insetticidi piretroidi

  1. Alletrina
  2. Bifentrin
  3. Ciflutrin
  4. Cipermetrina
  5. Cifenotrin
  6. Deltametrina
  7. Esfenvalerate
  8. Etofenprox
  9. Fenotrina
  10. Fenvalerate
  11. Flucitrinato
  12. Flumetrina 
  13. Imiprotrina
  14. Lambda-cialotrina
  15. Metofluthrin
  16. Permetrina
  17. Prallethrin
  18. Resmethrin
  19. Silafluofen
  20. Sumithrin
  21. Tau-fluvalinato
  22. Teflutrin
  23. Tetrametrina
  24. Tralometrina
  25. Transflutrina

———————————

  1. Mercurio (alto livello di)

———————————

  1. Azinfos metile
  2. Clorpirifos
  3. Diazinon
  4. Dichlorvos
  5. Melation
  6. Metil paration
  7. Paration
  8. Phosmet
  9. Tetrachlorvinphos

——————–

  1. PCB (policlorobifenili)
  2. Piombo (moderati o alti livelli di)
  3. Polifluoroalchile

Ritardanti di fiamma bromurati

  1. Eteri bifenili polibromurati (PBDE), almeno otto – plastiche, articoli tessili, corpi elettronici, sistemi di circuiti
  2. Esabromociclododecani (HBCDD) – isolamento termico nell’edilizia
  3. Tetrabromobisfenolo A (TBBPA) e altri fenoli – circuiti stampati, termoplastiche (soprattutto nei televisori)
  4. Bifenili polibromurati (PBB) – dispositivi di largo consumo, articoli tessili, schiume plastiche
  5. Altri ritardanti di fiamma bromurati emergenti e nuovi

—————————

  1. Triclorofenolo
  2. Tabacco: fumo di seconda e terza mano

Quella che segue, invece, è la tabella delle linee guida elaborate dalla Società di Neuropsichiatria Infantile e Adolescenza (SINPIA) e adottate dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), che indica le patologie su cui viene fatta la diagnosi differenziale.Disturbi psichiatrici

  1. Disturbo Oppositivo-provocatorio
  2. Disturbo di Condotta
  3. Disturbi dell’Umore
  4. Disturbo bipolare
  5. Disturbi d’ansia
  6. Disturbo ossessivo compulsivo
  7. Disturbi dell’Adattamento con sintomi di D. della condotta
  8. Sindrome di Gille de la Tourette /tic multipli
  9. Disturbi di personalità
  10. Disturbi specifici dell’apprendimento.
  11. Ritardo mentale
  12. Disturbo pervasivo dello sviluppo

Disturbi neurologici e patologie mediche

  1. Disturbi sensitivi ( sordità defict visivo)
  2. Effetti indesiderati di farmaci (antistaminici, betaagonisti, benzodiazepine, fenobarbital)
  3. Epilessia
  4. Patologie tiroidee
  5. Ascessi, neoplasie del lobo frontale
  6. Trauma cranico
  7. Abuso di sostanze
  8. Intossicazione da piombo

Disturbi di sviluppo

  1. Vivacità fisiologica
  2. Problemi situazionali, ambientali, familiari
  3. Inadeguato supporto scolastico (lieve ritardo o ,viceversa, particolare vivacità intellettiva con programmi scolastici “standard”)
  4. Alterato supporto ambientale, sociale, familiare (ambiente caotico, divorzio, abbandono, abuso)
Come si può notare, la casistica è notevolmente ridotta rispetto all’elenco precedente, basato una più ampia disamina della letteratura scientifiche. Vi è quindi un rischio significativo di diagnosi improprie e – potenzialmente – di somministrazione impropria di potenti psicofarmaci a bambini o adolescenti che non necessiterebbero di questo tipo di terapie. Di fatto, la teoria dell’origine genetica dell’ADHD depista i medici dall’indagare le vere cause dei problemi comportamentali e di apprendimento, con grave danno per questi piccoli pazienti.