30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Uso di antidepressivi nei bambini ed adolescenti incrementa il rischio di suicidio

Laura Franceschini e Sandra Sigala (SIF – Società Italiana di Farmacologia (www.pillole.org)) E’ stato osservato un aumento del rischio di tentativo di suicidio nei pazienti in età pediatrica con farmaci antidepressivi, in particolare nei primi mesi di trattamento con SSRI. Scarica l’allegato
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Lo screening e il trattamento della depressione. Quali sono le strategie più convenienti?

Francesco Amaddeo e Laura Grigoletti (Care – 4/2006) Uno studio sull’utilità delle terapie non farmacologiche per i casi di depressione, d’interesse anche per la fascia minorile. Scarica l’allegato
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Farmaci antidepressivi nella pratica psichiatrica: efficacia reale

PAOLO MIGONE (TRATTO DA: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE, 2005, XXXIX, 3: 312-322) In questo articolo del dott. Paolo Migone viene discussa la nota ricerca del dott. Kirsch – pubblicata su “Prevention & Treatment” – nella quale sono stati esaminati tutti i 47 studi clinici presentati dalle case farmaceutiche alla Food and Drug Administration (FDA) per far approvare i sei più venduti psicofarmaci di “nuova generazione” negli Stati Uniti. La ricerca ha dimostrato che queste molecole psicoattive nel 57% dei casi sono efficaci in misura uguale o inferiore al placebo e che – nei casi di utilizzo dello psicofarmaco – i […]
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Sindrome amotivazionale connessa all’utilizzo degli SSRI (Fluoxetina e Paroxetina)

Traduzione a cura di Tristano Ajmone, editing redazione Giù le Mani dai Bambini (MedScape) Apprendisti stregoni: due professori di psichiatria impegnati in ripetuti “tentativi” per somministrare dosi diverse di antidepressivi di ultima generazione a 5 giovani pazienti. Nel medio periodo, emergono problemi seri, ma a loro avviso non sono gli effetti collaterali del farmaco, bensì una nuova “sindrome psichiatrica”. Da curare, ovviamente con altri psicofarmaci… Scarica l’allegato