27 Ottobre 2015

Problemi della ricerca farmacologica: il riesame dello “Studio 329” dimostra che i dati sull’efficacia della paroxetina erano stati falsificati

Paolo Migone – Condirettore di Psicoterapia e Scienze Umane E-mail <migone@unipr.it> Una versione di questo articolo è in stampa sul n. 4/2015 della rivista Psicoterapia e Scienze Umane (www.psicoterapiaescienzeumane.it)
27 Ottobre 2015

Restoring Study 329: efficacy and harms of paroxetine and imipramine in treatment of major depression in adolescence

Joanna Le Noury et alBritish Medical Journal, 2015;351:h4320 | doi:10.1136/bmj.h4 Pubblichiamo integralmente il riesame sul “famigerato” studio 329, utilizzato nel 2001 da GlaxoSmithKline per l’approvazione dell’uso della Paroxetina in età pediatrica. Il testo del’articolo è in lingua inglese
27 Ottobre 2015

Paroxetine trial reanalysis raises questions about institutional responsibility, British Medical Journal 2015

Peter Doshi associate editor, The BMJ British Medical Journal, 16 settembre 2015 351:h4629 doi: 10.1136/bmj.h4629 Un importante ri-analisi su decine di migliaia di pagine di documenti processuali originali sul famigerato Studio 329 di GlaxoSmithKline, ha concluso che l’antidepressivo paroxetina non è né sicuro né efficace in adolescenti con depressione. Qui puoi leggere l’articolo in originale, in lingua inglese, come pubblicato dal British Medical Journal
1 Marzo 2011
giù le mani dai bambini news

Antidepressivi, farmaci inutili?

23 Gennaio 2011
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Antidepressivi versus placebo

Traduzione a cura di Rosanna Fiorillo (Psychother Psychosom. 2010; 79:267-279) Un’ampia rassegna di Trials FDA suggerisce che gli antidepressivi sono solo parzialmente migliori in confronto al placebo. Una nuova disamina di quattro meta-analisi di trial (studi clinici di efficacia, ndr) presentata alla Food and Drug Administration (FDA, l’ente sanitario di controllo USA, ndr) suggerisce che gli antidepressivi sono solo “marginalmente efficaci” rispetto al placebo e che “la completa pubblicazione dei bias (un errore, spesso voluto, ma a volte anche non intenzionale, con cui si distorcono i dati scientifici quando vengono pubblicati, ndr) documenta che viene esagerata la loro apparente efficacia”. […]
30 Dicembre 2010

Commento sull’articolo Efficacy and Effectiveness of Antidepressants: Current Status of Research, 2010

Paolo Migone, Condirettore della rivista Psicoterapia e Scienze Umane Articolo per il portale GiùleManidaiBambini.org L’articolo di Pigott et al. “Efficacy and Effectiveness of Antidepressants: Current Status of Research  è solo l’ultimo di una serie di lavori che cercano di fare luce sulla reale efficacia dei farmaci antidepressivi. L’articolo di Pigott et al. “Efficacy and Effectiveness of Antidepressants: Current Status of Research”, pubblicato su Psychotherapy and Psychosomatics (2010, 79, 5: 267-279), è solo l’ultimo di una serie di lavori che cercano di fare luce sulla reale efficacia dei farmaci antidepressivi, e precisamente smaschera alcuni publication bias (un errore, spesso voluto ma […]