17 Ottobre 2018
Interazioni tra farmaci pediatrici: le adolescenti sono più a rischio

Interazioni tra farmaci pediatrici: le adolescenti sono più a rischio

Articolo di Farmacista33 da fonte: Pediatrics 2018. doi: 10.1542/peds.2018-1042 – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30150214 Negli Stati Uniti un bambino su cinque usa regolarmente medicinali soggetti a prescrizione medica, e quasi uno su 12 di questi piccoli pazienti è a rischio di sperimentare danni dovuti a un’interazione tra farmaci, con un pericolo particolarmente degno di nota per le adolescenti. È questo il quadro che viene presentato da un’ampia ricerca dell’Università dell’Illinois di Chicago, pubblicata su Pediatrics.
24 Settembre 2016
giù le mani dai bambini news

Tutta l’attualità del nostro mondo… in un piccolo libro sulla rabbia dei bambini

di Rosa Linda Rizza* – Fonte: rivista on-line 2015 della SIAB (Società Italiana di Analisi Bioenergetica).  Sommario In questo articolo, l’autrice prende spunto da un libro per bambini sul tema della rabbia per esprimere le proprie considerazioni in merito al sostanziale analfabetismo emotivo che impregna sia le nostre pratiche che le nostre politiche educative   Analizzando le interazioni e il dialogo emotivo  genitore-figlio, vengono esplorati alcuni aspetti dei meccanismi psichici alla base della strutturazione del falso sé.
18 Giugno 2015
giù le mani dai bambini news

Lettera pubblica per avviare una discussione sul protocollo DSA

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, una lettera aperta della Dott.ssa Francesca Carfora, Presidente dell’Associazione Genitori di Nidi Veneziani, indirizzata alle Commissioni competenti nel Consigli Regionale del Veneto, e che chiede una attenta revisione dei criteri di individuazione dei cosiddetti “DSA”: come da sempre dice il nostro Comitato, è necessario operare con la massima vigilanza, affinchè le scuole – e i nidi a maggior ragione – non siano trattati come “anticamere delle ASL”. La scheda di individuazione precoce dei DSA adottata dalla Regione Veneto è disponibile a questo link.
17 Novembre 2011
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Children’s over-the-counter cough and cold medicines: New advice

Scarica Il warning della MHRA (Organismo di controllo sanitario UK) sui farmaci per tosse e raffreddore che – qualora sovradosati – possono causare disturbi nel comportamento dei bambini
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Argomenti a sfavore dei farmaci antipsicotici: più danni che benefici in 50 anni d’impiego*

Robert Whitaker – traduzione a cura di Paola Marangon (Medical Hypotheses (2004) 62, 5-13 – diffusione a cura dell’Osservatorio Italiano Salute Mentale (www.oism.info)) Uno studio della durata di 50 anni, dimostra che sul lungo periodo i pazienti psicotici curati senza psicofarmaci stanno meglio e hanno conseguito risultati migliori in termini di riabilitazione dalla sofferenza, senza soffrire dei pesanti effetti collaterali causati dalle molecole psicoattive. Un’articolata ed appassionante relazione che demolisce il mito dell’utilità di questi prodotti farmaceutici, al centro di un poderoso giro d’affari in USA ed anche in Europa. Scarica l’allegato
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Rischio cardiometabolico degli antipsicotici di seconda generazione nei bambini e negli adolescenti durante la prima esposizione

Concetta Crisafulli. Dipartimento Clinico e Sperimentale di Medicina e Farmacologia. Università di Messina (Farmacovigilanza.org) Gli antipsicotici di seconda generazione (atipici), in commercio da più di dieci anni, hanno parzialmente sostituito gli antipsicotici di prima generazione (convenzionali), in quanto ritenuti più tollerabili. Scarica l’allegato
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

OSSERVAZIONI SULL’UTILIZZO DI BINAURAL-BEATS IN AMBITO PSICOPATOLOGICO

Giuseppe Guglielmo Leggiero: psicologo-psicoterapeuta, neuropsicologo Dal 2005 al 2007 per 22 casi, reperiti presso presidi sanitari, il trattamento psicoterapico è stato implementato con sedute di bineural-bit allo scopo di osservare gli effetti immediati o a breve termine prodotti dall’applicazione di tale programma in soggetti con accertata psicopatia. Scarica l’allegato
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

IL BISOGNO RELAZIONALE SPECIALE: UN CONTRIBUTO IN PEDAGOGIA SPECIALE

MATTEO MARIA BONANI (Rivista ‘Appunti’, Luglio-agosto 2008) Nel presente contributo, la relazione di crescita e sviluppo individuale è caratterizzata essenzialmente dalla reciprocità; la relazione di cura-educativa è anzitutto una relazione, dunque emerge la caratteristica interattiva della stessa. Scarica l’allegato
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Cos’è l’Autismo

Paolo Migone (Tratto dal libro a cura di P. Pancheri & P. Pfanner Il Punto su Psicofarmacologia nei disturbi psichiatrici dell’infanzia e dell’adolescenza) Cenni storici della Psichiatria Evolutiva e nosografia. Scarica l’allegato
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Medicine non convenzionali

Paolo Roberti Ecco quello che a nostro avviso e il piu dettagliato, completo, ed efficace rapporto divulgativo sulle “medicine non convenzionali” mai pubblicato in italiano, che Vi proponiamo a firma del dott. Paolo Roberti, membro del nostro Comitato Scientifico permanente. Le medicine non convenzionali potranno dare un contributo in futuro anche alla riduzione dei disagi psichici dell’infanzia? Viste le premesse articolate in questo saggio, non esistono motivi per dubitarne. Scarica l’allegato
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

L’approccio craniosacrale ai disturbi del comportamento infantile

Matteo Serafin, operatore craniosacrale ACSI Principi metodologici ed esperienze cliniche, a supporto di una terapia non farmacologica dei disturbi del comportamento infantile. Scarica l’allegato
30 Dicembre 2010
area scientifica Giù le mani dai bambini Onlus

Esposizione prenatale e post-parto al telefono cellulare e problemi comportamentali nei bambini

Hozefa A. Divan et. al. (Epidemiology – Volume 19, Number 4, July 2008) L’Organizzazione Mondiale della Sanita’ (OMS) ha enfatizzato la necessita’ di una ricerca sui possibili effetti dei campi a radiofrequenza sui bambini. Abbiamo esaminato la relazione tra l’esposizione prenatale e post-parto al telefono cellulare e i problemi comportamentali nei bambini. Scarica l’allegato