La nostra Mission

GIù le mani dai bambini ONLUS è la più importante campagna di informazione e sensibilizzazione contro l'abuso di psicofarmaci nell’infanzia in Europa. Si stima che nel mondo - in particolare in USA, ma anche in Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera e altre nazioni - oltre 11 milioni di bambini assumano psicofarmaci per tentare di risolvere disagi mentali. problemi di comportamento o di rendimento scolastico. In Italia, i bambini sofferenti di disordini di carattere psicologico potrebbero ammontare a circa 800.000 tra bambini e adolescenti, per le più diverse patologie. Giù le mani dai bambini ONLUS si occupa di diffondere e difendere il diritto ad un infanzia sana e serena, mediante la distribuzione di materiale informativo e divulgativo allo scopo di evitare di sottoporre bambini in età scolare o pre-scolare a terapie prolungate a base di psicofarmaci, anche promuovendo in luogo di esse quelle pedagogiche ed educative, qualora scientificamente validate. Oltre alla depressione adolescenziale, per la quale spesso si sotto-stimano le cause di carattere ambientale - il fenomeno più noto è quello della “Sindrome da deficit di attenzione e iperattività”, meglio conosciuta con l’acronimo inglese ADHD, “malattia” che viene ormai diagnosticata fin dai primi anni di età e la cui “cura” prevede la prescrizione di psicofarmaci, terapie le cui linee guida sono contestate da associazioni di genitori, insegnanti, giornalisti e soprattutto da parte della comunità scientifica per la loro eccessiva genericità, che porrebbe a rischio di abuso nella somministrazione di farmaci psicoattivi a minori, con potenziale pregiudizio per lo sviluppo del loro sistema nervoso centrale, ancora in via di sviluppo. Se tuo figlio perde le cose, è disattento a scuola, interrompe spesso gli insegnanti od è aggressivo coi compagni di classe, non è detto che sia malato: prima di sottoporlo ad una cura dagli esiti incerti e dagli effetti collaterali potenzialmente distruttivi, raccogli informazioni complete sul nostro portale, oppure contatta il nostro Comitato per ricevere a casa una pubblicazione gratuita. Spesso un bambino ha solo necessità di essere ascoltato con attenzione. Non etichettare tuo figlio. Ascoltalo!

Ultimi Articoli

17 Novembre 2022

Ripristino dei due studi cardine sulla fluoxetina nei bambini e negli adolescenti con depressione

Peter C. Gøtzschea  and David Healyb International Journal of Risk & Safety in Medicine  –  2022 Traduzione in italiano a cura del Dott. Claudio Ajmone per GiùleManidaiBambini.org Testo originale in inglese, disponibile a questo link aInstitute for Scientific Freedom, Hørsholm, DenmarkbDepartment of Family Medicine, McMaster University, Hamilton, Canada Abstract BACKGROUND: La fluoxetina è stata approvata per la depressione nei bambini e negli adolescenti sulla base di due studi controllati con placebo, X065 e HCJE, con 96 e 219 partecipanti, rispettivamente. OBIETTIVO: rivedere questi studi, che sembrano essere stati riportati in modo errato. METODI: revisione sistematica dei rapporti e delle pubblicazioni […]
17 Novembre 2022

I farmaci antidepressivi e ansiolitici aumentano la cronicità nei disturbi affettivi?

Giovanni A. Fava Psychotherapy and Psychosomatics 1994 Dipartimento di Psicologia Università di Bologna Traduzione in italiano a cura del Dott. Claudio Ajmone per GiùleManidaiBambini.org Testo originale in inglese, disponibile a questo link Un libro estremamente interessante sulla farmacologia è stato recentemente pubblicato [1]. Esso illustra il “paradosso degli antibiotici”: i migliori agenti per trattare le infezioni batteriche sono anche i migliori agenti per selezionare e propagare ceppi resistenti, che persistono nell’ambiente anche quando l’esposizione al farmaco viene interrotta. La necessità di ridurre al minimo l’uso inappropriato di nuovi antibiotici man mano che vengono sviluppati è quindi enfatizzata [l]. A volte, la […]
12 Ottobre 2022

I farmaci antidepressivi possono peggiorare le condizioni che dovrebbero curare? I fondamenti clinici del modello oppositivo di tolleranza

Giovanni A. Fava Pubblicato su Therapeutic Advances in Psychopharmacology 2020 Traduzione in italiano a cura del Dott. Claudio Ajmone per GiùleManidaiBambini.org Testo originale in inglese, disponibile a questo link Astratto Negli ultimi anni c’è stato un ampio dibattito sui farmaci antidepressivi. Il trattamento farmacologico continuato con farmaci antidepressivi può stimolare processi che contrastano con gli effetti acuti iniziali di un farmaco. Il modello oppositivo di tolleranza può spiegare la perdita di efficacia del trattamento durante il trattamento di mantenimento e il fatto che alcuni effetti collaterali tendono a manifestarsi solo dopo un certo tempo. Questi processi possono anche indirizzare la malattia verso un […]
29 Settembre 2022

Sintomi da astinenza dopo l’interruzione selettiva dell’inibitoredella ricaptazione della serotonina: una revisione sistematica

Fava GA a, b · Gatti A. a · Belaise C. a · Guidi J. a · Offidani E. c Pubblicato su Psychotherapy and Psychosomatics 2015;84:72-81 Traduzione in italiano a cura del Dott. Claudio Ajmone per GiùleManidaiBambini.org Testo originale in inglese, disponibile a questo link a Affective Disorders Program, Department of Psychology, University of Bologna, Bologna, Italy; b Department of Psychiatry, State University of New York at Buffalo, Buffalo, N.Y., and c Center for Complementary and Integrative Medicine, Weill Cornell Medical College, New York, N.Y., USA Introduzione Negli anni ’90, case report [1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16] hanno iniziato a documentare le reazioni di astinenza in seguito all’interruzione della ricaptazione selettiva della serotonina inibitori (SSRI). Con l’aumentare del volume della letteratura, […]

Con il patrocinio permanente di

34 Comuni capoluogo di Provincia