Raccomandazioni globali sull’attività fisica per la salute 5-17 anni

Pubblicato su World Healt Organization 2011
Traduzione in italiano a cura del Dott. Claudio Ajmone per GiùleManidaiBambini.org

Testo originale in inglese, disponibile a questo link

Le prove scientifiche disponibili per la fascia di età compresa tra 5 e 17 anni supportano la conclusione generale che l’attività fisica fornisce benefici fondamentali per la salute a bambini e giovani. Livelli appropriati di attività fisica contribuiscono allo sviluppo di:

  • tessuti muscoloscheletrici sani (cioè ossa, muscoli e articolazioni);
  • sistema cardiovascolare sano (cioè cuore e polmoni);
  • consapevolezza neuromuscolare (cioè coordinazione e controllo del movimento);
  • Facilita anche il mantenimento di un peso corporeo sano.

Inoltre, l’attività fisica è stata associata a benefici psicologici nei giovani: migliorando il controllo sui sintomi di ansia e depressione; e assistere nello sviluppo sociale fornendo opportunità di autoespressione, rafforzando la fiducia in sé stessi, l’interazione sociale e l’integrazione.

Raccomandazioni

Per bambini e giovani, l’attività fisica include il gioco, i giochi, lo sport, i trasporti, le faccende domestiche, la ricreazione, l’educazione fisica o l’esercizio programmato, nel contesto delle attività familiari, scolastiche e comunitarie. Le raccomandazioni per migliorare la forma fisica cardiorespiratoria e muscolare, la salute delle ossa e i biomarcatori per la salute cardiovascolare e metabolica sono: 1. I bambini e i giovani di età compresa tra 5 e 17 anni dovrebbero accumulare almeno 60 minuti di attività fisica di intensità da moderata a vigorosa al giorno. 2. Quantità di attività fisica superiori a 60 minuti forniscono ulteriori benefici per la salute. 3. La maggior parte dell’attività fisica quotidiana dovrebbe essere aerobica. Le attività di forte intensità dovrebbero essere incorporate, comprese quelle che rafforzano i muscoli e le ossa, almeno 3 volte a settimana.

 Queste raccomandazioni sono rilevanti per tutti i bambini sani di età compresa tra 5 e 17 anni, a meno che specifiche condizioni mediche non indichino il contrario, indipendentemente dal sesso, dalla razza, dall’etnia o dal livello di reddito. Quando possibile, i bambini e i giovani con disabilità dovrebbero seguire queste raccomandazioni. Tuttavia, dovrebbero collaborare con il proprio medico per comprendere i tipi e la quantità di attività fisica appropriati per loro considerando la loro disabilità. Se i bambini attualmente non stanno facendo attività fisica, fare quantità inferiori ai livelli raccomandati porterà più benefici che non farne affatto. Dovrebbero iniziare con piccole quantità di attività fisica e aumentare gradualmente la durata, la frequenza e l’intensità nel tempo. Il concetto di accumulo si riferisce al raggiungimento dell’obiettivo di 60 minuti al giorno eseguendo attività in più periodi più brevi distribuiti nell’arco della giornata (ad esempio 2 periodi di 30 minuti), quindi sommando il tempo trascorso durante ciascuno di questi periodi. Raccomandazioni: per bambini e giovani, l’attività fisica include il gioco, i giochi, lo sport, i trasporti, le faccende domestiche, la ricreazione, l’educazione fisica o l’esercizio programmato, nel contesto della famiglia, della scuola e delle attività della comunità. Le raccomandazioni per migliorare la forma fisica cardiorespiratoria e muscolare, la salute delle ossa e i biomarcatori per la salute cardiovascolare e metabolica sono: 1. I bambini e i giovani di età compresa tra 5 e 17 anni dovrebbero accumulare almeno 60 minuti di attività fisica di intensità da moderata a vigorosa al giorno. 2. Quantità di attività fisica superiori a 60 minuti forniscono ulteriori benefici per la salute. 3. La maggior parte dell’attività fisica quotidiana dovrebbe essere aerobica. Le attività di forte intensità dovrebbero essere incorporate, comprese quelle che rafforzano i muscoli e le ossa, almeno 3 volte a settimana.


Per ulteriori informazioni vedere: http://www.who.int/dietphysicalactivity/pa/en/index.html   

o contattare WHO on dietandhealth@who.int

Comments are closed.