Il "Test"

In questa pagina del nostro portale trovi il test correntemente utilizzato per stabilire se il bambino soffre della cosiddetta sindrome ADHD (Attention Deficit Hyperactivity Disorder, Sindrome da Iperattività e Deficit di Attenzione).

In caso di risposta positiva a 6 o più domande, il minore può essere "etichettato" ADHD, schedato nell'apposito Registro nazionale ed inviato ai Centri regionali per la somministrazione di psicofarmaci.

I criteri diagnostici utilizzati, consistenti appunto in un semplice test, sono ciò che di più contestato sia possibile ricordare nella storia della medicina moderna. Al di la del risultato che otterrai, provando a rispondere alle seguenti domande, ogni diagnosi dovrebbe essere perfezionata da un equipe multidisciplinare (pediatra, pedagogista, pedagogista clinico, psicologo, nutrizionista, etc) e non già da un unico specialista - pur preparato - quale può essere un neuropsichiatra infantile.

Non avviare la somministrazione di psicofarmaci - o non suggerirla - a Tuo figlio/nipote/alunno sulla base delle risultanze di questo test, che pure è quello correntemente utilizzato per perfezionare queste diagnosi.

Non interromperla neppure, se l'hai già avviata, anche se il risultato del test dovesse rassicurarti circa l'inesistenza del disturbo comportamentale.

La sussistenza di uno più disturbi comportamentali, resi evidenti dalle risultanze di questo test, non implicano comunque necessariamente l'esistenza di una qualche patologia.

Per un consenso realmente informato su questo argomento, leggi i materiali contenuti in questo portale internet.


SCALA INSEGNANTI
PER INDIVIDUAZIONE DI COMPORTAMENTI DI DISATTENZIONE E IPERATTIVITÁ NEL BAMBINO
Modificato da: DSM IV APA 1995 e Scale SDAG Cornoldi, Gardinale, Masi, Pettenò 1996

Scala A (Disattenzione)

1. Incontra difficoltà a concentrare l'attenzione sui dettagli o compie errori di negligenza.

2. Ha difficoltà a mantenere l'attenzione sui compiti e sui giochi in cui è impegnato.

3. Quando gli si parla sembra non ascoltare.

4. Pur avendo capito le istruzioni e non avendo intenzioni oppositive, non segue le istruzioni ricevute o fatica a portarle a compimento.

5. Ha difficoltà a organizzarsi nei compiti e nelle sue attività.

6. Evita, non gli piace o è riluttante ad affrontare impegni che richiedono uno sforzo mentale continuato (come i compiti di scuola).

7. Perde le cose necessarie per il lavoro o le attività(ad esempio diario, matite, libri o oggetti scolastici vari)

8. Si lascia distrarre facilmente da stimoli esterni

9. Tende a dimenticare di fare le cose

Scala B (Iperattività/Impulsività)

1. Da seduto giocherella con le mani o con i piedi o non sta fermo o si dimena.

2. Non riesce a restare seduto.

3. Manifesta un'irrequietudine interna, correndo e si arrampicandosi dappertutto.

4. Ha difficoltà a giocare o a intrattenersi tranquillamente in attività ricreative.

5. E' sempre "sotto pressione" o spesso si comporta come se fosse azionato da un motore.

6. Non riesce a stare in silenzio: parla continuamente.

7. "Spara" le risposte prima che sia terminata la domanda.

8. Ha difficoltà ad aspettare il suo turno.

9. Interrompe o si intromette nelle conversazioni o nei giochi degli altri.

 

TOTALE PUNTEGGIO:

scala A

 

scala B