Farmaci ADHD non testati in sicurezza ed efficacia nel tempo - Giù le Mani dai Bambini

Farmaci ADHD non testati in sicurezza ed efficacia nel tempo

giù le mani dai bambini news

PLos One. – Medscape Medical News – traduzione a cura di MY English School – Torino

Una nuova ricerca mostra che gli studi che supportano l’approvazione della maggioranza dei farmaci usati per trattare il disturbo di attenzione / iperattività (ADHD) nei bambini non sono stati progettati per dimostrarne la sicurezza e l’efficacia a lungo termine o per individuare rare controindicazioni (AEs).

I ricercatori del Boston Children’s Hospital in Massachusetts hanno scoperto che la maggior parte degli studi condotti da sponsor prima dell’approvazione del loro farmaco ADHD erano troppo piccoli, troppo brevi o entrambi per estrapolare significativi benefici clinici durante il follow-up a lungo termine dei bambini che ricevevano Farmaci per ADHD.

“C’è una sconnessione tra il modo in cui questi farmaci sono approvati in quanto sono testati su un piccolo numero di pazienti per brevi periodi di tempo rispetto al modo in cui vengono utilizzati, cioè su molti pazienti per molti anni”, ha detto l’autore senior Kenneth Mandl, MD, MPH, professore di pediatria, Harvard Medical School e il Children’s Hospital Informatics Program, a Medscape Medical News.

“Quindi questo ha grandi implicazioni circa il modo in cui pensiamo alla sicurezza e all’efficacia di questi farmaci. È anche impossibile valutare il tipo di risultati [da studi di ADHD] a cui i genitori e i medici sarebbero più interessati, incluso l’impatto che questi farmaci potrebbero avere sulle prestazioni educative o lo sviluppo cognitivo ed emotivo “.

Lo studio è stato pubblicato online il 9 luglio in PLoS One.

“Straordinarie” scoperte

Per lo studio, gli autori hanno identificato tutti i farmaci ADHD approvati dalla FDA (Food and Drug Administration) e hanno analizzato i dati provenienti da studi clinici utilizzati dalla FDA per valutare l’efficacia e la sicurezza clinica dei farmaci.

Gli sponsor hanno effettuato 32 studi clinici in tutto per l’approvazione di 20 diversi farmaci ADHD. Questi 20 farmaci rappresentano 10 diversi ingredienti attivi, con diversi prodotti differenti nei sistemi di formulazione e distribuzione. Solo 3 dei 20 farmaci sono stati sospesi dal momento della loro approvazione FDA.

Il numero medio dei partecipanti studiati per farmaco era di 75, ma 11 farmaci sono stati approvati dopo essere stati studiati su meno di 100 partecipanti e 14 delle prove farmacologiche hanno incluso meno di 300 individui. (Alcuni degli 11 farmaci sono stati inclusi anche nelle prove da meno di 300 individui).

La durata media del processo prima dell’approvazione è stata di 4 settimane. Ancora una volta, più di tre quarti delle prove sono state effettuate per meno di 6 mesi e più di un terzo è stato condotto per meno di 4 settimane.

“Il risultato è che, nel complesso, la metà di queste prove sui farmaci ha incluso meno di 100 partecipanti, che è un numero impressionante, per quanto è ridotto”, ha detto l’autore principale Florence Bourgeois, MD, MPH, a Medscape Medical News.

L’altra straordinaria scoperta, ha aggiunto, era che la durata media della prova era solo di 4 settimane, chiaramente non abbastanza a lungo per valutare i risultati del paziente, come l’impatto della terapia ADHD su parametri cognitivi e di sviluppo.

I ricercatori hanno anche scoperto che la FDA aveva approvato 7 farmaci senza sponsor che presentavano dati di sperimentazione clinica sull’uso del farmaco per il trattamento di ADHD su una popolazione pediatrica.

Tutti e 7 questi farmaci erano stati precedentemente approvati dalla FDA per altre condizioni, come l’obesità.

La FDA ha chiesto anche sponsor di 6 diversi farmaci per fornire ulteriori dati di prova post-marketing, ma solo 2 sono stati rispettati.

E ‘importante effettuare studi post-marketing dopo l’approvazione di un farmaco per monitorare gruppi di pazienti più grandi per rari AE che non sarebbero stati rilevati in studi clinici limitati, notano gli autori.

Più recenti approvazioni

I farmaci approvati per il trattamento dell’ADHD nell’ultimo decennio sono stati sottoposti ad un esame più accurato, hanno notato i ricercatori.

Dei 6 farmaci approvati dal 2004 per il trattamento di ADHD, il numero medio dei partecipanti studiati per farmaco è stato di 259.

D’altra parte, quasi tre quarti dei partecipanti sono stati ancora studiati solo per meno di 6 mesi.

Con i farmaci recentemente approvati, la durata della prova media prima di ricevere l’approvazione della FDA è stata di 8 settimane.

Inoltre, i ricercatori sottolineano che nessuno dei farmaci approvati per ADHD ha incontrato raccomandazioni dalla Conferenza Internazionale sull’Armonizzazione dei Requisiti tecnici per la Registrazione dei Prodotti Farmaceutici per Uso Umano (ICH) per la sperimentazione e l’approvazione di farmaci utilizzati per il trattamento di condizioni croniche di malattie non pericolose.

Come suggerisce l’ICH, gli AE si verificano per la prima volta e sono più frequenti durante i primi mesi di trattamento.

Per catturare questi AE, l’ICH raccomanda che tra 300 e 600 pazienti siano trattati per almeno 6 mesi prima della disponibilità sul mercato di qualsiasi farmaco.

In alternativa, l’ICH indica che almeno 100 pazienti devono essere esposti a un farmaco per almeno 12 mesi.

Tre farmaci – Daytrana (Noven Pharmaceuticals, Inc), Focalin (Novartis Pharmaceuticals Corporation) e Concerta (Janssen Pharmaceuticals, Inc) – hanno soddisfatto i requisiti ICH, ovvero almeno 300 partecipanti sono esposti al farmaco per 6 mesi prima della commercializzazione del farmaco.

Daytrana e Focalin hanno anche rispettato la raccomandazione ICH di studiare almeno 100 partecipanti nei loro trial del farmaco per 12 mesi.

“In gran parte, sappiamo che questi farmaci funzionano, dato quanto tempo sono stati sul mercato e il numero di pazienti che li hanno presi, almeno nel breve termine”, ha detto il dottor Bourgeois.

“Ma c’è un certo dibattito su come siano efficaci a lungo termine ed è importante che i genitori siano consapevoli di ciò che si sa sui benefici di questi farmaci e ciò che non è noto in modo da poter prendere la giusta decisione sul farmaco per il loro bambino.”

“Inappropriatamente allarmista”

Alla domanda di Medscape Medical News per commentare lo studio, Adelaide Robb, MD, professore di psichiatria e pediatria, George Washington University, Washington, DC, ha ritenuto che lo studio fosse “allarmista” e, in realtà, “inappropriatamente allarmista”.

“La maggior parte dei farmaci per ADHD di cui stiamo parlando sono stati studiati a lungo termine e ampiamente nei bambini”, ha affermato il dottor Robb.

“Quindi, quando si prescrive Daytrana, ad esempio, è la stessa molecola di metilfenidato in tutte le altre sperimentazioni di Ritalin [Novartis Pharmaceuticals Corporation]. Tutti i ricercatori vogliono vedere se la preparazione liquida o la preparazione sotto la lingua o la preparazione attraverso la pelle si assorbano ese ancora funzionino. Se la risposta è sì, i problemi di sicurezza e tossicità a lungo termine sono già stati risolti”.

Il dottor Robb ha anche ritenuto che studi di ADHD pediatrici che durano 6 mesi o, ancora meglio, 12 mesi, danno ai medici una buona idea di ciò che siano gli effetti collaterali a breve e medio termine di un farmaco.

“La ricerca nei bambini è importante”, ha concluso il dottor Robb. “La ricerca di ulteriori informazioni sulla sicurezza a lungo termine è altrettanto importante, e dobbiamo dedicare più denaro NIH (National Institutes of Health) per questo. Penso quindi a cosa sia questo studio, è un messaggio al governo federale per stanziare più denaro al NIH per fare studi a lungo termine sui farmaci nei bambini “.

Lo studio è stato sostenuto dall’Istituto Nazionale di Salute e Sviluppo Umano di Eunice Kennedy Shriver. Nessuno degli autori dello studio ha reso pubbliche relazioni finanziarie rilevanti. Il dottor Robb riferisce di aver ricevuto il sostegno alla ricerca da parte di numerose aziende farmaceutiche per studi clinici con farmaci ADHD.

 

Comments are closed.